Warning: include_once(/web/htdocs/www.francescosolfarolicamillocci.it/home/wp-content/plugins/wp-super-cache/wp-cache-phase1.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.francescosolfarolicamillocci.it/home/wp-content/advanced-cache.php on line 22

Warning: include_once(): Failed opening '/web/htdocs/www.francescosolfarolicamillocci.it/home/wp-content/plugins/wp-super-cache/wp-cache-phase1.php' for inclusion (include_path='.:/php7.3/lib/php') in /web/htdocs/www.francescosolfarolicamillocci.it/home/wp-content/advanced-cache.php on line 22
Pillole di Web Design | FR@NX

Pillole di Web Design

Cos’è il web design e a cosa serve? E perché il ruolo del web designer è così importante? Tra le numerose professioni nate in seguito alla diffusione del web, quella del web designer è probabilmente la più complessa. Potremmo quasi definirla multidisciplinare, in quanto, oltre alla progettazione del sito, annovera molti altri aspetti legati alla navigazione da desktop e mobile, alla produzione dei contenuti, alla definizione del concept. Ma vediamo nello specifico cosa fa e quali sono le attività di cui si occupa il web designer.

Cosa rappresenta il Concept nel Web Design

Il passaggio al web 2.0 ha segnato una profonda trasformazione, resasi evidente soprattutto nella struttura dei siti, che da semplici vetrine sono diventati canali in grado di offrire un valore aggiunto.

Da qualche anno, la maggior parte dei siti web presenta strutture sempre più articolate, essendo questi gli elementi cardine di un’intera strategia di comunicazione, in grado di raggiungere il cliente e migliorare la visibilità del brand. Oggi si punta soprattutto sull’omogeneità, ovvero sull’opportunità di riconoscere il brand anche negli articoli e nei servizi che offre. E tale obiettivo dipende proprio dall’esistenza di un concept.

Ma cos’è il concept? Non è altro che un’idea veicolata dal web e diretta a tutti coloro che sono o potrebbero essere sensibili alle offerte del marchio in questione. Ed è sempre il concept ad influenzare l’architettura del sito e la sua navigazione, permeandole con la stessa idea. In realtà, il concept non è soltanto un’idea, ma è un vero e proprio progetto, in quanto finisce inevitabilmente per diventare l’elemento che dà identità al brand, l’elemento dal quale partire per redarre un piano editoriale coerente.

Tale processo non fa che evidenziare la differenza più importante che intercorre tra i media tradizionali e il web. Nella pubblicità, infatti, la strategia è molto semplice, essendo caratterizzata da poche promesse indirizzate al cliente. Un sito web, invece, possiede una struttura estremamente complessa e non chiusa in se stessa come nel caso precedente. E questo accade perché una piattaforma non veicola soltanto una strategia comunicativa, ma fa molto di più: è un vero e proprio prodotto di servizio, che accompagna il cliente attraverso tutte le fasi dell’acquisto, dalla conoscenza del marchio fino al supporto post-vendita. A questo punto, la domanda è più che lecita.

Il concept, ovvero il progetto e l’idea alla base del marchio, è più creatività o strategia? Il bello del web design è proprio questo: è tutte e due le cose insieme. Il concept definisce lo stile, l’aspetto e gli obiettivi di business del marchio, unendo finalità di guadagno e creatività. Quanto detto è affidato all’estro e alle capacità organizzative del concept designer, la figura che deve garantire il rispetto del concept iniziale (definito nella fase strategica e di analisi del mercato) durante tutti gli step successivi.

Ciascun concept va rispettato sempre, anche in fase di restyling e durante tutte le campagne pubblicitarie annesse. Ed il concept designer è l’unico vero garante della continuità del progetto.

La ricerca dell’Usabilità nel Web Design

L’interfaccia utente è una questione centrale nel lavoro del web designer, in quanto è lo strumento che permette agli utilizzatori di individuare le varie aree tematiche di un sito e facilitare la ricerca di un argomento. Ogni interfaccia deve consentire all’utente di ricorrere all’esperienza d’uso maturata su altri sistemi.

Un esempio che descriva meglio il concetto? È possibile usare un cellulare con istruzioni in una lingua sconosciuta soltanto se il telefonino presenta una struttura semplice, intuitiva e simile agli altri dispositivi appartenenti alla stessa categoria. L’utente deve credere sempre di poter controllare agevolmente la macchina e ciò che intende fare. Tuttavia, molto spesso, l’utente si muove soltanto entro un range molto limitato di opzioni. Ciò non dovrebbe accadere, perché il compito del web designer è creare un equilibrio tra possibilità di scelta e percorsi entro cui l’utente va guidato.

L’altro punto fondamentale è la coerenza estetica: le funzionalità non devono fagocitare i canoni estetici in grado di avvalorare l’identità del marchio. Colori, forme, disposizione degli elementi servono a comunicare l’identità e gli obiettivi dell’azienda. Creare una continuità dal punto di vista estetico vuol dire organizzare adeguatamente l’informazione e rispettare tutti i principi del visual design.

I contenuti devono essere ben disposti e l’esposizione deve essere sempre di elevata qualità. Ovviamente, le scelte estetiche dipendono anche dal target che si vuole raggiungere. Ma quando un’interfaccia può essere considerata davvero efficace? Se questa è chiara ed intuitiva semplicemente non si nota, poiché consente di navigare all’interno del sito senza intoppi. Il suo ruolo è quello di mettere in evidenza i contenuti e non se stessa.

Pertanto, è facile intuire che quando questa non appare chiara e capace di indirizzare l’utente verso l’argomento desiderato, c’è qualcosa che non va. Inoltre, il web designer sa bene quanto sia importante l’equilibrio tra interfaccia e contenuto: non basta offrire contenuti interessanti, così come non è sufficiente avere una grafica accattivante e un’interfaccia ben realizzata.

Il Web Design sui dispositivi mobili

La crescita straordinaria dell’uso dei dispositivi mobili ha fatto in modo che Google desse molta più importanza che in passato alla bontà della navigazione su mobile. È per questo motivo che il rank sui motori di ricerca, da qualche tempo, dipende anche e soprattutto dal livello di usabilità del sito su mobile.

Oggi, ai siti web è richiesto di essere responsivi, ovvero che sappiano adattarsi alle dimensioni del display di telefonini e tablet. Una delle sfide più impegnative di coloro che vogliono rendere responsivo un sito sta nel considerare la filosofia del brand e l’esperienza di navigazione dell’utente sugli altri canali collegati.

L’obiettivo è utilizzare un tono e uno stile univoci e fare in modo che design e funzionalità risultino il più possibile coesi. In che senso? Innanzitutto, ogni canale deve essere collegato all’altro: se un utente inserisce un articolo nel carrello di un e-commerce mentre è connesso via mobile, quello stesso articolo deve figurare nel carrello anche quando l’utilizzatore accederà allo stesso portale da desktop.

Naturalmente, ogni esperienza di navigazione deve essere ottimizzata con informazioni circa la località in cui si trova l’utente, eventuali offerte, la distanza dai negozi fisici, etc. In questo modo, l’esperienza online diventa totale e, soprattutto, soddisfacente.

L’altro compito del web designer è adattare la quantità di contenuti presenti sul sito desktop al sito mobile. In questa fase, è importante selezionare e scremare il materiale, prediligendo soltanto alcune aree critiche, in modo che l’utente, che molto probabilmente è per strada o al lavoro, trovi subito le informazioni che desidera.

Un tempo, la regola era poter raggiungere il contenuto desiderato in un massimo di tre click: oggi, con la diffusione del mobile, questo numero si è ridotto a uno o due click!

Conclusioni

Il web design è il processo di creazione di un sito web. Immagini, elementi multimediali e testi sono gli ingredienti impiegati dal web designer per produrre le pagine. Ogni contenuto viene redatto e organizzato attraverso un linguaggio di markup, in genere HTML e CSS.

Il web designer è chiamato a curare l’estetica del portale e ad aumentare il coinvolgimento dell’utenza attraverso una buona usabilità. Il web designer è colui che cura la comunicazione visiva e valorizza l’identità del brand attraverso l’estetica, ma soprattutto mediante la coerenza di forme, colori e messaggi. In sostanza, al web designer spetta il compito di coniugare usabilità e design, anche sui siti mobile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *